Register     Login Monday, April 19, 2021
  Search  
 

SETTORE 9
Sviluppo e Ambiente Nord Est.
_____________________

 

 

Organigramma

 

  I SERVIZI DEL SETTORE:  

 

Servizio 9.A - Servizio acque e suolo
Tutela delle Acque, energia, risorse idriche e difesa del suolo.

 

 

Servizio 9.B - Servizio rifiuti
Rifiuti, bonifiche, emissioni in atmosfera.

 

 

Servizio 9.C - Servizio faunistico, agricoltura AAPP
Gestione della fauna, IAP, patentini verdi, lotta agli insetti nocivi

 

 


Servizio 9.D - Servizio pianificazione territoriale
VAS - ERP - SIT - Manutenzione alvei, inquinamento acustico.

 

 

Servizio 9.E - Servizio contenzioso
Gestione amministrativa e sanzioni ambientali.

 

 

STAFF
Formazione professionale, supporto giuridico, programmazione comunitaria.

 

 

________________________________

 
 

Consulta tutti i procedimenti
In questa sezione è possibile visualizzare l'elenco completo dei procedimenti di competenza del Settore 9 e la relativa modulistica.

 
 

 

Sistema di pagamento elettronico PagoPa per i procedimenti ambientali

 
 

 


Questionario di soddisfazione utenti


__________________________

 

 

  AREE TEMATICHE:  
 

Danno ambientale

 

 

Parco Fluviale del Padrongianus

 

 

Nodo In.F.E.A.

 
 

Ecosportello

 
 

________________________________

 
     
 

Informazioni Ambientali

 

 

 

Autorizzazione in materia di lavorazione, stoccaggio e distribuzione di oli minerali e in materia di riempimento, travaso, deposito e di attività di distribuzione di gas di petrolio liquefatti (GPL)


Dove rivolgersi:

Provincia di Sassari - Zona omogenea Olbia Tempio
Settore 9 Sviluppo e Ambiente Nord Est,
Servizio 9A Servizio Acque e suolo
Via Nanni n. 17/19
07026 Olbia
Responsabilita del Procedimento: Geol. Francesco del Corno - Luca Becca
Tel: 0789 557695 - 0789 557684
f.delcorno@provincia.sassari.it
l.becca@provincia.sassari.it  
 


___________________________________________________________________________________________________


Descrizione del Procedimento:

Nel caso di istanza presentata direttamente alla Provincia, il procedimento ha durata 90 giorni e viene avviato dietro presentazione di Istanza di autorizzazione; dopo aver verificato la procedibilità e la ammissibilità della domanda, la Provincia:
- ove rilevi irregolarità sostanziali nella domanda, interrompe i termini del procedimento entro 15 giorni dalla sua presentazione, comunicando all'interessato le cause di irregolarità e i termini per la presentazione della documentazione richiesta;
- ove non si rilevino irregolarità sostanziali nella domanda, trasmette agli interessati la Comunicazione di Avvio del Procedimento; qualora sia necessaria l'acquisizione di informazioni ulteriori rispetto alla documentazione presentata, la Provincia può sospendere il procedimento, per una sola volta e comunque per un periodo massimo di 30 (trenta) giorni e richiedere all'interessato la documentazione necessaria per regolarizzare e/o integrare l'istanza. La mancata regolarizzazione e/o integrazione entro il termine assegnato senza valida motivazione, comporta la conclusione del procedimento con l'archiviazione della domanda.
La Provincia, preso atto dei pareri favorevoli degli altri enti coinvolti, eventualmente espressi in Conferenza di Servizi, rilascia la propria determinazione di autorizzazione provvisoria alla realizzazione degli impianti. Terminati i lavori di costruzione ed in attesa del collaudo la provincia, su richiesta dell'interessato, autorizza l'esercizio provvisorio. Successivamente, la fase del collaudo consente di verificare la rispondenza delle opere realizzate al progetto di massima approvato nonché l'adempimento delle eventuali prescrizioni apposte in sede di autorizzazione degli impianti. L'Autorizzazione all'esercizio dell'attività è consentita soltanto in seguito al collaudo, che dovrà essere eseguito al termine dei lavori.

Nel caso di istanza presentata tramite lo Sportello SUAP, la Provincia, dopo aver verifica la procedibilità e la ammissibilità della domanda, esprime il proprio parere di competenza, unitamente agli altri enti coinvolti, eventualmente in sede di Conferenza di Servizi. Terminati i lavori di costruzione ed in attesa del collaudo, la provincia, su richiesta dell'interessato inoltrata tramite SUAP, autorizza l'esercizio provvisorio. A seguito di risciesta di collaudo inoltratta al SUAP, si procede alla verifica della rispondenza delle opere realizzate al progetto di massima approvato, nonché alla verifica dell'adempimento delle prescrizioni apposte in sede di autorizzazione, ed al rilascio dell'autorizzazione all'esercizio dell'attività.


___________________________________________________________________________________________________


Destinatari:

Soggetti pubblici e privati


___________________________________________________________________________________________________


Soggetti coinvolti:

Provincia; Comando Provinciale dei Vigili del Fuoco; Comune; altre amministrazioni o enti competenti per territorio eventualmente interessati a vario titolo nel procedimento.


___________________________________________________________________________________________________


Requisiti:

 


___________________________________________________________________________________________________


Modulistica:

Allegato E-12 alla DUAAP


___________________________________________________________________________________________________


Normativa di riferimento:

L. 239/2004; DLgs. 128/2006; DPR 420/1994.


___________________________________________________________________________________________________


Note e informazioni:

SONO SOGGETTI AD AUTORIZZAZIONE PROVINCIALE:
Impianti di lavorazione e stoccaggio di oli minerali 
- Stabilimenti di lavorazione di oli minerali; 
- Depositi ad uso commerciale con capacità di stoccaggio superiore a mc 10; 
- Depositi ad uso privato o industriale con capacità di stoccaggio superiore a mc 25;

Impianti di riempimento, travaso e deposito di GPL 
- Iimpianti di riempimento, travaso e deposito di capacità superiore ai 100 mc in serbatoi fissi (ex art. 4 del D. Lgs. n. 22 febbraio 2006, n. 128); 
- Deposito di GPL ad uso commerciale di qualunque capacità; 
- Deposito di GPL annesso al servizio di reti canalizzate con capacità superiore a 26 mc; 
- Deposito di GPL per usi privati, industriali ed agricoli (non commerciale) con capacità superiore a 26 mc; 
- Depositi GPL in bombole superiore ai 1000 kg.

 

 

VERSAMENTO   ONERI    ISTRUTTORI

  

Per i diritti istruttoria pratica, la Provincia di Sassari – Zona Omogenea Olbia Tempio ha attivato il sistema di pagamenti elettronici PagoPa.

PagoPA é un sistema realizzato per rendere più semplice, sicuro e trasparente qualsiasi pagamento verso la Pubblica Amministrazione (oneri istruttori, diritti, etc.).

Gli utenti devono effettuare il pagamento degli oneri o diritti relativi ai procedimenti ambientali,  esclusivamente con il sistema PagoPa al seguente link https://sassari.provincia.plugandpay.it/  

 

___________________________________________________________________________________________________