Registrazione     Login sabato 27 maggio 2017
  Cerca  
   

SETTORE 9 
Sviluppo e Ambiente Nord Est.
_____________________

               

 

Organigramma

 

  I SERVIZI DEL SETTORE:  

 

Servizio 9.A - Servizio acque e suolo
Tutela delle Acque, energia, risorse idriche e difesa del suolo.

 

 

Servizio 9.B - Servizio rifiuti
Rifiuti, bonifiche, emissioni in atmosfera.

 

 

Servizio 9.C - Servizio faunistico, agricoltura AAPP
Gestione della fauna, IAP, patentini verdi, lotta agli insetti nocivi

 

 

Servizio 9.D - Servizio pianificazione territoriale
VAS - ERP - SIT - Manutenzione alvei, Protezione Civile, inquinamento acustico.

 

 

Servizio 9.E - Servizio contenzioso
Gestione amministrativa e sanzioni ambientali. 

 

 

STAFF
Formazione professionale, supporto giuridico, programmazione comunitaria. 

 

 

________________________________

 
 

Consulta tutti i procedimenti 
In questa sezione è possibile visualizzare l'elenco completo dei procedimenti di competenza del Settore 9 e la relativa modulistica.

 
 

________________________________

 
  AREE TEMATICHE:  

 

Protezione Civile

 

 

Parco Fluviale del Padrongianus

 

 

Nodo In.F.E.A.

 
 

Ecosportello

 
 

________________________________

 
     
 

Informazioni Ambientali

 

 

SETTORE 9 - SVILUPPO E AMBIENTE NORD EST
Via Alessandro Nanni, 17/19 
07026 Olbia (SS) 

“Abbiamo la Terra non in eredità dai genitori, ma in affitto dai figli.”
Proverbio Indiano 
_______________________________________________________________________

 Il Settore 5 svolge le funzioni e i compiti attribuiti alla Provincia in materia di protezione e tutela ambientale all’interno del proprio territorio, dalla Legislazione Nazionale e Regionale, ossia la salvaguardia dell’ambiente nelle sue varie componenti, consentendo alle attività antropiche di svolgersi in un contesto di sostenibilità.

   

LA PROVINCIA DI SASSARI riconosce la ricchezza ambientale della Gallura, una terra ricca di rocce granitiche dalle varie forme; un paesaggio con un'atmosfera unica, un luogo dove tradizioni e costumi si fondono tra suggestivi graniti e basalti, alberi secolari e squarci di bellissimo mare. 

La Gallura è anche Lecci, Querce secolari, Olivastri, Ginepri, Mirti, Lentischi e Corbezzoli e altri numerosi arbusti che vanno a costituire il suo boschivo naturale. 

Queste sono le peculiarità che rendono senza alcun dubbio la Gallura una delle zone più ambite e visitate del Mediterraneo;
Mirabile esempio dell'interazione tra una grande diversità ambientale e la millenaria azione umana.

La Gallura inoltre mantiene intatta la sua vocazione agro-pastorale. 
Il suo volto più autentico è ancora oggi la sua parte interna dove sono visibili i segni di una storia e una cultura millenaria.  
 

 

 

Autorizzazione Integrata Ambientale CIPNES Gallura Spiritu Santu

AVVISO CONSULTAZIONE PUBBLICA - 01 Marzo 2017

In data 01/03/2017 alle ore 16:00 presso la sala consiliare del Comune di Olbia (SS) di via Macerata n.80 Loc. Poltu Quadu, si terrà la Presentazione al Pubblico dello Studio di Impatto Ambientale e del relativo progetto di ADEGUAMENTO FUNZIONALE DELL'INSTALLAZIONE I.P.P.C. CONSORTILE SITA IN LOCALITA' "SPIRITU SANTU" OLBIA proposto dal CIPNES “Gallura” - CONSORZIO INDUSTRIALE PROVINCIALE NORD EST SARDEGNA-GALLURA. Nel corso della presentazione, i cittadini potranno presentare osservazioni o fornire elementi conoscitivi utili alla valutazione, che saranno acquisiti agli atti da parte del funzionario del Servizio SVA.

Avviso consultazione pubblica



AVVIO PROCEDURA DI VALUTAZIONE DI IMPATTO AMBIENTALE REGIONALE E DI AUTORIZZAZIONE INTEGRATA AMBIENTALE (D. Lgs.152/06, Titolo III)

II Consorzio Industriale Provinciale Nord Est Sardegna – Gallura, partita I.V.A. 00322750902 (Indirizzo: Via Zambia 7 – Zona Industriale Sett. 1 - 07026 Olbia - SS), in qualità di proponente, ha richiesto l’attivazione delle procedure di VIA e di AIA per I'ADEGUAMENTO FUNZIONALE DELL'INSTALLAZlONE l.P.P.C. CONSORTILE SITA IN LOCALITA' "SPIRITU SANTU" - OLBIA (prov. SS - Zona Omogenea Olbia Tempio), ricompreso nella tipologia dell'Allegato A1 - punti n. 12, 14 e 15 e deII'AIIegato B1 - punto 7 lettera t, v e w della Delibera Regionale del 7 agosto 2012, n. 34/33 (*). ll progetto si propone la complessiva ottimizzazione dell’esercizio della piattaforma consortile, sia attraverso la razionalizzazione e rifunzionalizzazione deII'impiantistica esistente, sia attraverso la realizzazione di nuovi impianti che consentiranno di massimizzare il recupero di materia e di energia dai rifiuti trattati, garantendo al contempo la minimizzazione dei conferimenti in discarica e degli impatti ambientali. In particolare gli interventi previsti riguardano:

• la realizzazione di una discarica di servizio per lo smaltimento della parte residuale non valorizzabile dei rifiuti non pericolosi provenienti dalle attività di trattamento e recupero svolte nel complesso IPPC consortile sito in Loc. Spiritu Santu (sezione A);

• la rifunzionalizzazione delI'impianto di trattamento meccanico biologico (TMB) dei rifiuti indifferenziati e il potenziamento della piattaforma di valorizzazione dei rifiuti differenziati (sezione B - E);

• la realizzazione di un nuovo impianto di compostaggio (Ammendante Compostato Misto ACM e Ammendante Compostato Verde ACV) - (sezione D);

• la realizzazione di un impianto di digestione anaerobica con produzione di biometano (sezione H);

• la realizzazione di un impianto di depurazione reflui e trattamento rifiuti liquidi (sezione I);

• la realizzazione di un impianto di trattamento rifiuti inerti (sezione L).

 

Breve descrizione dei possibili impatti ambientali:

Il progetto pone particolare attenzione alle opere di mitigazione di tutti i possibili impatti ambientali. Detti impatti sono analizzati nel dettaglio nello Studio di Impatto Ambientale facente parte integrante degli elaborati progettuali.

Il responsabile del procedimento di A.I.A. è l'Ing. Massimiliano Caucci, del Settore 9 Ambiente e Sviluppo Nord Est della Provincia di Sassari Zona Omogenea Olbia Tempio (tel. 0789/557600 – email zonaomogenea.olbia-tempio@pec.provincia.ss.it).

La documentazione relativa al procedimento AIA è depositata presso:

1) Regione Autonoma della Sardegna - Assessorato Difesa deII'Ambiente - Servizio valutazioni ambientali - Settore delle valutazioni di impatto ambientale - Via Roma 80 - 09122 CAGLIARI;

2) Provincia di Sassari - Zona omogenea Olbia-Tempio - Settore Ambiente e Sostenibilità – Via Nanni 17/19, 07026 OLBIA;

3) Comune di Olbia - Settore Ambiente - C.so Umberto 1, 07026 OLBIA;

4) CIPNES “Gallura” - Via Zambia 7 - Zona Industriale Sett. 1 - 07026 Olbia – SS;

5) ARPA Sardegna – Dipartimento di Sassari e Gallura – Via Rockfeller 58/60 07100 Sassari.

Entro 60 giorni dalla contestuale pubblicazione dell’avviso nel quotidiano chiunque può prendere visione della documentazione depositata presso i competenti uffici (Servizio SVA deIl'Assessorato Regionale della Difesa deII'Ambiente, Provincia di Sassari (Zona Omogenea Olbia Tempio) e Comune di Olbia. Entro lo stesso termine di 60 giorni, chiunque intenda fornire osservazioni, nonché elementi conoscitivi e valutativi concernenti i possibili effetti sull'ambiente dell’intervento sottoposto alla procedura di VIA, li comunica, in forma scritta, al Servizio SVA - Assessorato Regionale della Difesa deII'Ambiente, Via Roma n.80, 09123 CAGLIARI, mentre le osservazioni relative alla procedura di AIA devono essere inviate alla Provincia di Sassari (Zona Omogenea Olbia Tempio), Via Nanni n. 41 - 07026 - OLBIA.

(*) N.B. Il progetto comprende categorie di opere da sottoporre alla procedura di VIA regionale (rif. punti 12, 14 e 15 dell’allegato A1 alla DGR 34/33) e categorie di opere da sottoporre alla procedura di verifica di assoggettabilità a VIA regionale (rif. punto 7 - lettera t, v e w dell'Allegato B1 alla DGR 34/33). Considerata la necessaria assoggettabilità di alcune opere alla procedura di VIA regionale, si è deciso inserire nello stesso procedimento anche le opere da sottoporre alla procedura di verifica di assoggettabilità.

Documentazione accessibile al pubblico VIA-AIA CIPNES 2016

 

Valutazione Ambientale Strategica P.U.C. Tempio Pausania
Il Comune di Tempio Pausania ha attivato il procedimento di Valutazione Ambientale Strategica del Piano Urbanistico Comunale, in adeguamento al P.P.R. ed al P.A.I..
Il giorno 5 settembre alle ore 11,00 presso la sede del Comune di Tempio in piazza Gallura, è stato convocato il primo incontro di scoping. In questa fase, i soggetti con competenza ambientale, entrando in consultazione con l'Autorità Competente e con l'Autorità Proponente, definiscono la portata ed il livello di dettaglio delle informazioni da includere nel Rapporto Ambientale.
Avviso, delibera di giunta e documento di scoping sono pubblicati all'albo pretorio del comune www.comune.tempiopausania.ot.it



 

Autorizzazioni Integrate Ambientali

Nuove istanze di AIA

La società GISCA Ecologica S.a.s. Giuliani di Scano Luigia Maria & C., partita I.V.A. 01463660900, con sede legale in Sassari Z.I. predda Niedda Sud Str. 27, in qualità di “Proponente”, ha depositato presso il Servizio 5E Pianificazione e Gestione Rifiuti del Settore 5 Ambiente e Sostenibilità della Provincia di Sassari Zona Omogenea Olbia Tempio, domanda per l'avvio del procedimento di AIA per l'intervento denominato “GISCA ECOLOGICA SAS” presso l’impianto sito in Via Angola, Zona Industriale Settore 7 Olbia, ricompreso tra le attività di cui all'allegato VIII punto 5.5 della Parte II del D. Lgs. 152/2006 e s.m.i. (punto 5.5 Accumulo temporaneo di rifiuti pericolosi non contemplati al punto 5.4 prima di una delle attività elencate ai punti 5.1, 5.2, 5.4 e 5.6 con una capacità totale superiore a 50 Mg, eccetto il deposito temporaneo, prima della raccolta, nel luogo in cui sono generati i rifiuti).
L’intervento consiste nell’adeguamento dell’impianto, già autorizzato ai sensi dell’art. 208 del D. Lgs. 152/2006, alla disciplina dell’AIA con alcune variazioni nelle operazioni svolte sui rifiuti e in particolare richiede:

  1.  Messa in Riserva R13 dei rifiuti, per una capacità istantanea pari a:

  • 200 ton di rifiuti Pericolosi;
  • 90 ton di rifiuti Non Pericolosi;

  1. Trattamenti preliminari precedenti al recupero (R12) dei rifiuti, per una potenzialità annua pari a 1000 ton/anno (4 ton/giorno). L’R12 dovrà altresì consentire la miscelazione di rifiuti pericolosi aventi differenti caratteristiche di pericolosità, in deroga al comma 1 dell’Art. 187 del D.Lgs. 152/06;

  1. Deposito Preliminare D15 dei rifiuti, per una capacità istantanea pari a:

  • 60 ton di rifiuti Pericolosi;
  • 10 ton di rifiuti Non Pericolosi;

  1. Trattamenti preliminari precedenti allo smaltimento (D13 e D14) dei rifiuti, per una potenzialità annua pari a 500 ton/anno (2 ton/giorno). Il D13 dovrà altresì consentire la miscelazione di rifiuti pericolosi aventi differenti caratteristiche di pericolosità, in deroga al comma 1 dell’Art. 187 del D.Lgs. 152/06;

  1. Inserimento del Codice CER 16 10 02 – Rifiuti liquidi acquosi, diversi da quelli di cui alla voce 16 10 01.

La movimentazione e lo stoccaggio dei rifiuti avverrà in modo da evitare ogni contaminazione del suolo e dei corpi recettori superficiali o profondi.
Il responsabile del procedimento di A.I.A. è l'Ing. Stefano Nocco, del Settore Ambiente e Sostenibilità della Provincia di Sassari Zona Omogenea Olbia Tempio (tel. 0789/557600 – fax 0789557690 e-mail protocollo@pec.provincia.sassari.it). La documentazione relativa al procedimento AIA è depositata presso:

  • Provincia di Sassari Zona Omogenea Olbia Tempio – via Alessandro Nanni 17/19 07026 Olbia;
  • Regione Autonoma della Sardegna Assessorato della Difesa dell’Ambiente Servizio Tutela dell’Atmosfera e del Territorio – Via Roma 80 09100 Cagliari;
  • ARPA Sardegna Dipartimento di Sassari e Gallura – Via Rockfeller 58/60 07100 Sassari;
  • Comune di Olbia – Via Garibaldi 49 07026 Olbia.

La domanda e la documentazione allegata può essere scaricata dal seguente collegamento:

Domanda AIA Gisca

 

 

La Provincia Olbia Tempio ha rilasciato i seguenti provvedimenti in merito alle Autorizzazioni Integrate Ambientali (AIA).

Consorzio Industriale Provinciale del Nord Est Sardegna Gallura - Depuratore.

Rapporto ambientale Cipnes 2012 depuratore 1

Rapporto ambientale Cipnes 2012 depuratore 2

Rapporto ambientale Cipnes 2012 depuratore 3

Rapporto ambientale Cipnes 2013

Rapporto ambientale Cipnes 2014 (in corso di verifica da parte degli Enti di controllo)

Determinazione n.145 del 26.4.2010 – Autorizzazione Integrata Ambientale dell impianto di depurazione reflui urbani ed industriali e trattamento rifiuti liquidi, sito in località Cala Cocciani, Comune di Olbia. Codici IPPC 5.3 e 5.1 dell allegato I del D.Lgs. n. 59/2005. Titolare: Consorzio Industriale Provinciale Gallura.

 

Consorzio Industriale Provinciale del Nord Est Sardegna Gallura – Impianto integrato di trattamento e smaltimento rifiuti solidi urbani.

Rapporto Ambientale 2012

Rapporto Ambientale 2014

Rapporto Ambientale 2015(in corso di verifica da parte degli Enti di controllo)

Determinazione n.147 del 30.4.2010 – Autorizzazione Integrata Ambientale all’impianto di trattamento e smaltimento dei RSU/RSA – Cod. IPPC 5.3 e 5.4 - sito in loc. Spiritu Santu, Olbia. Titolare: Consorzio C.I.P. Gallura (ex C.I.N.E.S.).

Determinazione n. 420 del 28.10.2011 – Autorizzazione Integrata Ambientale all’impianto di trattamento e smaltimento dei RSU/RSA – Cod. IPPC 5.3 e 5.4 - sito in loc. Spiritu Santu, Olbia. Titolare: Consorzio C.I.P.N.E.S. Gallura. 

Determinazione n. 657 del 17.9.2012 – Autorizzazione Integrata Ambientale, impianto di trattamento e smaltimentodei RSUIRSA - Cod. IPPC 5.3 e 5.4 - sito in loc. Spiritu Santu, Olbia. Titolare: Consorzio C.I.P.N.E.S. Gallura. Aggiornamento a seguito di modifica non sostanziale per la costruzione ed esercizio di un impianto fotovoltaico per la produzione di energia elettrica da fonte rinnovabile e delle relative opere ed infrastrutture connesse presso il corpo discarica.

Determinazione n. 84 del 14.2.2014 - Autorizzazione Integrata Ambientale, ex art. 29 sexies ed ex art. 29 nonies c.2 del D. Lgs. 152/06, all’ impianto di trattamento e smaltimento dei RSU/RSA – Cod. IPPC 5.3 e 5.4 - sito in loc. Spiritu Santu, Olbia. Titolare: Consorzio C.I.P.N.E.S. Gallura. Modifica sostanziale del provvedimento di A.I.A. di cui alla Det. N° 420 del 28.10.2011 e ss.mm.ii (efficace dal 16.4.2015).

 

Unione dei Comuni "Alta Gallura" – Impianto integrato di trattamento rifiuti e liquami.

Determinazione n. 207 del 24.6.2010 – Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) all’impianto integrato di trattamento rifiuti e liquami – Cod. IPPC 5.3 - sito nel Comune di Tempio Pausania (OT). Titolare: Unione dei Comuni “Alta Gallura” (ex Comunità Montana n.3 “Gallura”).

Determinazione n. 68 del 30.1.2012 – Modifica non sostanziale dell’Autorizzazione Integrata Ambientale rilasciata con determinazione n. 207 del 24.06.2010 all’Unione dei Comuni “Alta Gallura” per l’impianto integrato di trattamento rifiuti e liquami – cod. IPPC 5.3 - sito nel comune di Tempio Pausania – integrazione codice CER 19 01 12.

Determinazione n. 568 del 6.8.2012 – Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) all’impianto integrato di trattamento rifiuti e liquami – Cod. IPPC 5.3 - sito nel Comune di Tempio Pausania (OT). Titolare: Unione dei Comuni “Alta Gallura” (ex Comunità Montana n.3 “Gallura”). Aggiornamento.

Determinazione n. 794 del 7.11.2012 – Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) all’impianto integrato di trattamento rifiuti e liquami – Cod. IPPC 5.3 - sito nel Comune di Tempio Pausania (OT). Titolare: Unione dei Comuni “Alta Gallura” (ex Comunità Montana n.3 “Gallura”). Aggiornamento.

 

SETAM S.r.l. – Impianto per l’allevamento intensivo di suini. 

Determinazione n. 230 del 29.6.2010 – Autorizzazione Integrata Ambientale relativa all impianto per l’allevamento intensivo di suini Quattro Mori sito in località San Marco, agro di Berchidda. Proponente: Azienda Agricola SETAM Srl (categoria IPPC 6.6c). Sospensione del procedimento amministrativo, ai sensi dell art. 21-quater, comma 2, della 241/90 di rilascio dell Autorizzazione integrata ambientale ai sensi dell art. 5 del D.Lgs. 59/05.

Determinazione n. 338 del 22.9.2011 – Diniego Autorizzazione Integrata Ambientale relativa all'impianto per l'allevamento intensivo di suini "Quattro Mori" sito in località San Marco, agro di Berchidda. Proponente: Azienda Agricola SETAM S.r.l. (categoria IPPC 6.6c).

 

 

         

INFORMAZIONI
_______________________________

Dirigente del Settore 9:
Dott.ssa Carla Argia Canu

Indirizzo email a.canu@provincia.sassari.it  
Posta Elettronica Certificata (P.E.C.)
Indirizzo email zonaomogenea.olbia-tempio@pec.provincia.ss.it